×

DIGITA NELLA TUA RICERCA E PREMI ENTER

Caricamento in corso...
Guide Segrete

5 meravigliose dimore storiche a Milano da visitare

A Milano e nelle vicinanze.

Chiara Carlini Chiara Carlini

villa milano

Giochi d’acqua, enormi distese verdi, lussuose sale e tanto altro. A Milano si possono scoprire eleganti dimore, dove un tempo si ritrovavano artisti e intellettuali e si tenevano fastosi banchetti. Abbiamo scelto cinque ville in città che più ci affascinano. Scopri quali sono:

Villa Litta – Lainate

A 20 km da Milano centro troviamo la Villa Litta Lainate. Il complesso risale al 500 e venne costruito per volere del Conte Pirro I Visconti Borromeo. Il conte voleva una villa simile a quelle toscane dei Medici; al progetto lavorarono artisti d’eccezione, come gli scultori Francesco Brambilla il Giovane e Marco Antonio Prestinari. La costruzione più strabiliante fu quella del Palazzo delle Acque, Ninfeo. Un luogo, con tantissime decorazioni e sofisticati meccanismi idraulici, che un tempo veniva utilizzato per grandi feste e ricevimenti.

Nel complesso è presente un grande parco, a cura di Luigi Canonica e Giuseppe Tramajoni. Un’enorme distesa verde con grandi varietà di piante. Ma non finisce qui. Ci sono anche altre costruzioni con le loro sale per eventi, come la “Riposteria” e il “Quarto Nuovo”. Per le sue bellezze, quindi, ti consigliamo di visitare questa dimora.

Dove: Largo Vittorio Veneto, 12, 20020 Lainate (MI).

Biglietti: Ninfeo Intero € 10,00, Ridotto € 8,00; Palazzi € 4,00. Prenotazione obbligatoria.

Villa Arconati – Bollate

Nel 1610 Galeazzo Arconati, cugino del cardinale Federico Borromeo, acquista la proprietà del Castellazzo. L’uomo con la passione per l’arte, decide di apportare delle modifiche al complesso, trasformandolo sulla base di esempi di ville romane e fiorentine. Aggiunge giochi d’acqua e teatri. Ma solo gli eredi riescono a portare a termine il progetto di Galeazzo. La struttura nel corso degli anni viene arricchita con opere d’arte e altri oggetti di valore, esposti nelle eleganti sale.

Oggi la Villa e il Giardino, acquisiti dalla società Palladium Group insieme ad altri soci, sono la sede della Fondazione Augusto Rancilio, impegnata in un lavoro di recupero e riconversione culturale della struttura.

Dove: Via Fametta, 1, 20021 Castellazzo (MI).

Biglietti palazzo e giardino: Adulti > 18 anni: 18 €, Ridotto: 15 €. Gratis per i bambini fino ai 10 anni. Si può scegliere di visitare anche solo il giardino o il palazzo, pagando un biglietto ridotto.

Villa Necchi Campiglio – Porta Monforte

villa necchi milano
Mattes René/Hemis via AFP

Senza dover fare parecchi chilometri, in centro a Milano potrai scoprire questa stupenda dimora. La villa è immersa in un ampio giardino privato con piscina e campo da tennis nel centro della città. La dimora venne completata nel 1935 su progetto dell’architetto Piero Portaluppi per la famiglia borghese Necchi Campiglio.

Potrai ammirare la Sala da pranzo, il Fumoir, la Biblioteca e il Salone. Nel secondo dopoguerra il tocco di Buzzi ne addolcì lo stile, grazie agli arredi ispirati al Settecento.

Dove: Via Mozart, 14, 20122 Milano.

Biglietti: Intero: € 4,00, ridotto bambini € 2,00. Iscritti FAI gratis.

Residenza Vignale – Zona Magenta

A Milano c’è una dimora che pochi conoscono: la Residenza Vignale. L’edificio è particolare perché mescola il liberty milanese con elementi decorativi austriaci. La residenza principesca venne costruita negli anni 1905-1907 per un principe austriaco. L’uomo voleva trasferirsi a Milano, poiché innamorato di una giovane milanese. Oggi la casa viene utilizzata per eventi, congressi ed esposizioni. Per informazioni sulle visite: info@residenzavignale.com.

Dove: Via Enrico Toti, 2, 20123 Milano.

Villa Clerici – Niguarda

Nel quartiere Niguarda troviamo la dimora voluta dalla nobile famiglia Clerici nel 700. Il progetto probabilmente è del costruttore della guglia maggiore del Duomo di Milano, l’architetto Francesco Croce. La villa era concepita come residenza di campagna per il controllo degli affari economici della famiglia. Al suo interno ci sono eleganti sale con soffitti a cassettone decorati e pitture a cornice delle porte e delle finestre.

Oggi Villa Clerici rappresenta un polo di alta formazione e divulgazione musicale. Ospita anche la Galleria d’arte sacra dei contemporanei, aperta il giovedì, venerdì e sabato (ticket intero € 5,00). Ingresso su prenotazione telefonica: 02 6470066.

Dove: Via Giovanni Terruggia, 8/14, 20162 Milano.