×

DIGITA NELLA TUA RICERCA E PREMI ENTER

Caricamento in corso...
News

Nuovo Dpcm, le novità a partire da oggi. Cosa cambia?

Milano Segreta Milano Segreta

milano

Il nuovo Dpcm firmato ieri sera dal Presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte e dal ministro della salute Roberto Speranza sarà efficace fino al 13 novembre. Le novità riguardano ristoranti, bar, fiere, sagre, scuole e sport. Esclusa l’ipotesi di un coprifuoco nazionale alle 22, ma in caso di assembramenti si dà il potere ai “sindaci di disporre la chiusura al pubblico, dopo le ore 21, di vie o piazze nei centri urbani, fatta salva la possibilità di accesso e deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private”.

Vediamo nel dettaglio cosa cambia:

  • Sport (stop alle “partitelle”):
    • ❌  rimane il divieto dello sport a livello amatoriale;
    • ❌ vengono proibite anche le gare dilettantistiche in ambito provinciale. Chi pratica uno sport nell’ambito di una società sportiva potrà continuare ad allenarsi da solo o con i compagni di squadra evitando il contatto (no partite);
    • ✅  continueranno a svolgersi gare sportive a livello regionale e nazionale per professionisti e dilettanti.
  • Servizi di ristorazione (gelaterie, bar, ristoranti, pasticcerie):
    • attività consentite dalle ore 5.00 alle ore 24.00 con consumo al tavolo;
    • attività consentite fino alle 18 in assenza di consumo al tavolo;
    • massimo sei persone al tavolo;
    • consentite le consegne a domicilio e la ristorazione da asporto fino alle 24;
    • obbligo cartello numero massimo di persone nel locale;
    • aperti bar e ristoranti lungo le autostrade.
  • Sagre e fiere:
    • ❌  vietate sagre e fiere di comunità;
    • ✅  consentite attività fieristiche di carattere nazionale e internazionale.
  • Teatri e cinema:
    • resteranno aperti con il numero massimo di 1.000 spettatori per spettacoli all’aperto e di 200 spettatori per spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala.
  • Sale giochi, bingo e scommesse:
    • aperte dalle ore 8.00 alle ore 21.00.
  • Scuola guida:
    • ❌  è disposta la temporanea sospensione delle prove pratiche di guida.
  • Scuola (in vigore a partire da mercoledì):
    • eventuali turni pomeridiani per modulare “ulteriormente la gestione degli orari di ingresso e di uscita degli alunni e disponendo che l’ingresso non avvenga in ogni caso prima delle 9”.
  • Palestre e Piscine: 
    • rimangono aperte, ma il governo ha deciso di dare una settimana di tempo a palestre e piscine per adeguarsi ai protocolli di sicurezza.
  • Obbligo di riunioni a distanza P.A.:
    • nell’ambito delle pubbliche amministrazioni le riunioni si svolgono in modalità a distanza, salvo la sussistenza di motivate ragioni di interesse pubblico.

Per quanto riguarda la didattica a distanza, “Previa comunicazione al Ministero dell’Istruzione da parte delle autorità regionali, locali o sanitarie delle situazioni critiche e di particolare rischio riferito ai specifici contesti territoriali, le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado adottano forme flessibili nell’organizzazione dell’attività didattica, incrementando il ricorso alla didattica digitale integrata, che rimane complementare alla didattica in presenza”.

Le Misure anti-Movida a Milano

Sappiamo che il presidente della Regione può decidere se applicare ulteriori restrizioni per bloccare il continuo aumento dei contagi. In Lombardia da sabato 17 ottobre è in vigore la nuova ordinanza regionale con validità fino al 6 novembre. Ecco quali sono le nuove misure anti-movida:

  • dalle 18 vietata la vendita per asporto di qualsiasi bevanda alcolica da parte di esercizi pubblici e commerciali e fino alle 6 vietata anche la consumazione di alimenti e bevande su aree pubbliche;
  • resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio;
  • stop a sport di contatto dilettantistici (gare, le competizioni e le altre attività) a livello regionale o locale;
  • chiusura per sale gioco, sale scommesse e sale Bingo;
  • didattica a distanza parziale alle superiori;
  • chiusi i distributori h24 di alimenti confezionati e bevande dalle 18 alle 6.00 (solo se con accesso dalla strada);
  • è sempre vietato il consumo di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione nelle aree pubbliche compresi parchi, giardini e ville aperte al pubblico.

Foto: Nick Bondarev.