×

DIGITA NELLA TUA RICERCA E PREMI ENTER

Caricamento in corso...
News

3 giugno per i lombardi via agli spostamenti in tutta Italia

Fase 3

Chiara Carlini Chiara Carlini

stazione milano

Spostamenti verso altre Regioni

La fase tanto attesta è arrivata, i lombardi potranno riabbracciare parenti e amici di altre Regioni. Da oggi, 3 giugno, in Italia in assenza di un nuovo Dpcm, cadono tutti i divieti per gli spostamenti tra regioni. Non sarà più necessaria l’autocertificazione e il periodo di isolamento fiduciario per 14 giorni.


Dopo i dubbi sulla riapertura della Lombardia, la regione che registra più contagi rispetto alle altre in Italia, i lombardi possono dire addio al lockdown. Ieri il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana ha dichiarato: “Dopo mesi difficili tra poche ore riacquisteremo la libertà di poterci muovere sull’intero territorio nazionale, archivieremo le autocertificazioni, riprenderemo poco alla volta a vivere con più serenità, questo tuttavia non vuol dire dimenticare le condotte responsabili che abbiamo posto in essere contro il Covid-19. Continuiamo a proteggerci sapendo che il nostro nemico comune è subdolo, invisibile e sempre pronto ad aggirare le nostre difese. Siamo stati uniti nel relegarlo, abbiamo protetto i nostri cari, abbiamo protetto la nostra comunità e tra poche ore riprendiamoci in sicurezza la mobilità. Uniti stiamo superando questa pandemia, credetemi sono orgoglioso di Voi“.

Quali obblighi rimangono?

La nuova ordinanza della Regione, valida fino al 14 giugno, prevede:

  • mascherina all’aperto;
  • distanziamento sociale;
  • misurazione della temperatura ai dipendenti;
  • misurazione della temperatura ai clienti di ristoranti;
  • divieto di uscire per chi è sottoposto alla quarantena;
  • limitazione degli ingressi;
  • mantenere il registro dei clienti per 14 giorni.

Da questa settimana riaprono anche palestre e piscine. E da metà giugno al via cinema, teatri e servizi per bambini e ragazzi.

Spostamenti dai Paesi UE

Da oggi, 3 giugno, l’Italia riapre le frontiere e sarà possibile viaggiare da e per i Paesi dell’Unione Europea e gli Stati che aderiscono all’accordo di Schengen. Bisogna, però, controllare le misure prese da ciascun Paese. Ad esempio, la Spagna dal 1° luglio cancellerà la quarantena obbligatoria per tutti i viaggiatori.