×

DIGITA NELLA TUA RICERCA E PREMI ENTER

Caricamento in corso...
News

Autocertificazione e chiusura centri commerciali, cosa cambia da oggi

Milano Segreta Milano Segreta

milano

Ieri il presidente della Regione Attilio Fontana ha firmato due ordinanze, una con il ministro della Salute Speranza e una nuova ordinanza che aggiorna e integra i contenuti dell’Ordinanza n. 620 del 16 ottobre.

“Non parliamo di coprifuoco, parliamo di limitazione della circolazione per mitigare la diffusione del contagio. Questo non vuol dire che il virus colpisca dopo le 23:00, vuol dire che le persone in tarda serata allentano, per non dire fermano, le misure di protezione permettendo al virus di diffondersi” ha scritto ieri Fontana sulla sua pagina Facebook.

Che cosa cambia da oggi in Lombardia?

Le nuove misure sono valide da oggi 22 ottobre fino al 13 novembre 2020. Da stasera, “dalle ore 23.00 alle ore 5.00, del giorno successivo, sono consentiti soltanto gli spostamenti motivati da esigenze lavorative, situazioni di necessità, situazioni di urgenza o motivi di salute”. Per giustificare gli spostamenti la persona dovrà compilare una autocertificazione.  Vediamo nel dettaglio quali sono le altre novità:

  • Grandi strutture di vendita e centri commerciali: chiusura il sabato e la domenica, fatta eccezione per i negozi che vendono generi alimentari, alimenti e prodotti per animali domestici, prodotti cosmetici e per l’igiene personale, prodotti per l’igiene della casa, piante e fiori e relativi prodotti accessori.
  • Negozi e locali: ingressi contingentati e obbligo cartello informativo con il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente all’interno.
  • Fiere e sagre: vietate sagre e fiere locali.
  • Attività di somministrazione di alimenti e bevande: con servizio al tavolo sono consentite dalle ore 5.00 fino alle ore 23.00 e fino alle 18 se al banco. Servizio da asporto fino alle 23. Resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio.
  • Scuola superiore: a partire dal 26 ottobre didattica a distanza al 100% per le scuole superiori già organizzate, “agli altri istituti viene fortemente raccomandato di adoperarsi nel più breve tempo possibile per poter svolgere anch’essi la didattica a distanza”. Raccomandati ingressi scaglionati.
  • Sport di contatto: “sono sospese tutte le gare e le competizioni riconosciute di interesse regionale, provinciale o locale dal CONI, dal CIP e dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate ed enti di promozione sportiva”. Sì agli allenamenti in forma individuale.

Per leggere la nuova ordinanza, clicca qui.

Foto: @francesco_ungaro.